Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Gennaio / 15/01/2021 - La mobilità di personale non è più neutra

15/01/2021 - La mobilità di personale non è più neutra

tratto da corteconti.it

La Corte dei Conti Piemonte, con delibera 169/2020 ha confermato che le assunzioni per mobilità non sono considerate neutre ai fini del rispetto dei vincoli di finanza pubblica. Questo deriva dal fatto che la capacità assunzionale di cui art. 33 comma 2 DL 34/2019, come recepita da DPCM 17.03.3030, si basa sul principio della sostenibilità finanziaria.

La richiesta di parere alla Corte verte sulla possibilità per le Province di procedere all’acquisizione di personale proveniente dai Comuni mediante mobilità ed inoltre è volto a conoscere se l’operazione ha valenza neutrale anche in presenza di altre mobilità in uscita.

La Sezione, compiuta una analisi dell’evoluzione normativa concernente i limiti alle assunzioni del personale delle Province, ha evidenziato il cambiamento di disciplina, in virtù del quale le Province possono procedere all’acquisizione di personale mediante mobilità e l’istituto della mobilità non ha più valenza neutrale. Invero, si è assistito ad un radicale cambiamento delle regole che governano la materia delle assunzioni del personale, con il superamento di una regolamentazione basata su limitazioni alle facoltà assunzionali determinate in misura percentuale alla spesa del personale cessato nell’anno precedente (regola del “turn over”), ed è stato introdotto un nuovo regime che prevede soglie per la spesa complessiva di tutto il personale, calcolate in percentuali rispetto alla media delle entrate correnti relative agli ultimi tre rendiconti approvati.

archiviato sotto: ,
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman