Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Febbraio / 03/02/2021 - Corte dei conti, Sezione Autonomie, 7/1/2021 n. 1 l'Unione di comuni, in persona del Presidente, è legittimata a ricorrere all'attività consultiva della Corte

03/02/2021 - Corte dei conti, Sezione Autonomie, 7/1/2021 n. 1 l'Unione di comuni, in persona del Presidente, è legittimata a ricorrere all'attività consultiva della Corte

tratto da dirittodeiservizipubblici.it

Corte dei conti - Sezione delle autonomie, 7/1/2021 n. 1

La questione di massima rimessa dalla Sezione regionale di controllo per l'Emilia- Romagna attiene al profilo dell'ammissibilità soggettiva della richiesta di parere presentata dal Presidente dell'Unione Rubicone e Mare, Unione di comuni.

La Sezione remittente, dopo aver evidenziato che rimane demandato alla stessa il giudizio circa l'ammissibilità oggettiva del quesito ha chiesto l'ausilio ermeneutico alla Sezione delle Autonomie in ordine all'interpretazione dell'art. 7, comma 8, della legge 5 giugno 2003, n. 131, posto che l'Unione di comuni non è espressamente inclusa nell'elencazione normativamente prevista.

Evidenziato che i limiti della funzione consultiva attribuita alla Corte dei Conti attengono, quanto al profilo soggettivo sia all'ente che alla capacità di proporre l'istanza, sia al soggetto che può effettuare formalmente la richiesta, la Sezione delle Autonomie con delibera n. 1/SEZAUT/2021/QMIG ha statuito quanto segue: " l'Unione di comuni, in persona del Presidente, è legittimata a ricorrere all'attività consultiva della Corte, ai sensi dell'articolo 7, comma 8, della legge n. 131 del 2003, limitatamente a questioni inerenti alle funzioni proprie esercitate dall'Unione stessa".

archiviato sotto:
« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman