Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Ottobre / 13/10/2021 - Cassazione: per l’abuso d’ufficio non occorre la prova dell’accordo collusivo

13/10/2021 - Cassazione: per l’abuso d’ufficio non occorre la prova dell’accordo collusivo

tratto da lentepubblica.it

L’abuso d’ufficio non richiede la prova dell’accordo collusivo: ecco cosa stabilisce una recente Sentenza della Corte di Cassazione.


Il fatto contestato era che il Sindaco avesse nominato quali componenti dell’Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) in violazione del Regolamento approvato dalla Giunta Comunale e del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150.

La nomina infatti risultava disposta in assenza del prescritto parere preventivo della Commissione Indipendente per la Valutazione la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche (CIVIT, ora Autorità Nazionale Anticorruzione, ANAC) e nonostante la mancanza in capo ai nominati dei requisiti prescritti dal medesimo Regolamento.

Cassazione: per l’abuso d’ufficio non occorre la prova dell’accordo collusivo

Secondo la legge si ha il reato di abuso d’ufficio quando un pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, nell’esercizio delle sue funzioni produce un danno o un vantaggio patrimoniale che è in contrasto con le norme di legge. Il bene giuridico tutelato è il buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione, oltre alla trasparenza dell’azione amministrativa.

La condotta delineata dall’articolo 323 del codice penale consiste nel compimento di un’azione, inerente alla funzione o al servizio svolto, posta in essere in violazione di legge, oltre che nell’inosservanza di obblighi di astensione tipizzati dalla stessa fattispecie penale o da altre fonti normative.

Nel caso in esame alla materialità della violazione di legge si affianca la finalità di favorire, con il conferimento dell’incarico, soggetti gravitanti nella sfera politica del Sindaco, al di là dei requisiti da essi posseduti.

Pertanto, secondo la Corte di Cassazione, nel reato di abuso d’ufficio, la prova del dolo intenzionale che qualifica la fattispecie non richiede l’accertamento dell’accordo collusivo con la persona che si intende favorire, ben potendo essere desunta anche da altri elementi quali, ad esempio, la macroscopica illegittimità dell’atto.

Il testo completo della Sentenza

questo link potete consultare il testo completo della Sentenza.

« ottobre 2021 »
ottobre
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman