Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Maggio / 19/05/2021 - Brunetta interviene al Congresso nazionale Ordine degli ingegneri

19/05/2021 - Brunetta interviene al Congresso nazionale Ordine degli ingegneri

Dal sito funzionepubblica.gov.it

Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, è intervenuto al 65mo congresso nazionale dell'Ordine degli ingegneri d'Italia.

“243.000 ingegneri italiani. Consentitemi di dire una cosa simpatica” - ha detto Brunetta. “Se fosse possibile vi vorrei tutti dentro la Pubblica amministrazione. Magari a qualcuno di voi potrebbe non far piacere questa mia affermazione. Però avere 243.000 ingegneri in una Pubblica amministrazione un po’ esausta, un po’ desertificata dagli ultimi decenni di ristrettezze, di blocco del turn over, di blocco delle dinamiche remunerative, di desertificazione dal punto di vista dei giovani. Pensare di avere 243.000 ingegneri, rispetto all’immagine che noi abbiamo degli ingegneri, vale a dire gente solida, che sa fare i conti, che sa costruire, che fa le infrastrutture, che sa reingegnerizzare le procedure, che sa costruire il futuro, io ne sarei felice. E forse questo sogno, almeno in parte, può diventare realtà perché ci stiamo infilando in un percorso straordinario che è quello del Pnrr che voi conoscete molto bene”.

È il momento in cui l’Europa, per la prima volta, ha capacità di indebitamento autonomo

“Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza vuol dire 235 miliardi in 6 anni, tra risorse europee e il Piano Complementare con oltre 30 miliardi di risorse endogene. È stato chiamato il momento Merkel, il momento in cui l’Europa per la prima volta nella sua storia ha capacità di indebitamento autonomo. Si va sui mercati nelle prossime settimane, Von der Leyen andrà sui mercati ad approvvigionarsi di 750 miliardi di euro di obbligazioni con la tripla A. Quindi a tassi molto convenienti da redistribuire, secondo i parametri di impatto della pandemia, a tutti i 27 Paesi membri. Per gestire questi 235 miliardi, che l’Italia dovrà spendere nell’arco di 5-6 anni, occorre Capitale Umano. Occorre una fortissima dotazione di Capitale Umano che, ad oggi, l’Italia non ha”.

È indispensabile ridotare la Pubblica amministrazione di figure professionali per gestire i progetti del Pnrr

“Questa è la sfida. Questa è la sfida che ho cominciato da due-tre mesi, spiegando come fosse assolutamente indispensabile ridotare la Pubblica amministrazione tutta, dai ministeri della transizione digitale, della transizione ecologica, ai ministeri burocratico-amministrativi. Ridotare il governo italiano, la struttura pubblica italiana, di figure professionali in grado di gestire i 180/190 progetti che sottende il Pnrr. Questa è una sfida straordinaria, spaventosa, immensa, che dovrebbe riconsegnarci un’Italia cambiata. Un’Italia salvata, salvata dalla crisi. Per far questo, io sto mettendo in piedi - probabilmente lo approviamo tra due giorni - un provvedimento sulle semplificazioni e sul reclutamento (questo la prossima settimana) tendente a dotare questi progetti delle necessarie figure tecniche”.  

Un portale del reclutamento con i curricula migliori di tutti i tecnici richiesti dalle amministrazioni

“Ho messo in piedi un meccanismo di reclutamento, finalizzato al Pnrr, del tutto speciale. Vale a dire un portale del reclutamento, per contratti, per figure professionali individuate, scelte attraverso anche meccanismi di intelligenza artificiale, su piattaforme fornite proprio dagli ordini professionali. Abbiamo messo in piedi un accordo quadro con gli ordini professionali, soprattutto per le professioni di carattere tecnico o quelle evocate dal Pnrr, proprio per fare cherry picking, la scelta delle ciliegie. Ogni amministrazione, ogni progetto avrà la responsabilità di scegliere i migliori attraverso il portale. Una sorta di Linkedin italiano, dove ci saranno in concorrenza i curricula migliori di tutti i tecnici richiesti. E la lettura dei curricula consentirà agli enti, alle amministrazioni, di scegliere i migliori sulla base della responsabilità. Niente concorsi carta e penna, che sono stati già aboliti con l’ultimo provvedimento previsto dal decreto 44, all’art. 10. Questa è un’ulteriore innovazione: chi ha bisogno di tecnici per il Pnrr li sceglierà dentro questo portale, con contratti a termine. Ma con remunerazioni all’altezza della specializzazione e con tempi immediati, nel senso della visione dei curricula e della scelta degli stessi, con tempi brevissimi di inserimento. Dopo questa fase l’Italia dovrebbe essere cambiata. In grado di fare crescita, efficienza, produttività.”

L'intervento integrale del ministro

« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman