Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Dicembre / 09/12/2021- Dimissioni consigliere comunale consegnate al di fuori della sede comunale nelle mani del Presidente del Consiglio. Validità.

09/12/2021- Dimissioni consigliere comunale consegnate al di fuori della sede comunale nelle mani del Presidente del Consiglio. Validità.

tratto da giustizia amministrativa.it

Il TAR Emilia-Romagna, con sentenza del 26 novembre 2021 si è espresso  su validità dimissioni consigliere comunale presentate al Presidente del Consiglio al di fuori della sede comunale.

L’art. 38, comma 8, del TUEL dispone testualmente che “Le dimissioni dalla carica di consigliere, indirizzate al rispettivo consiglio, devono essere presentate personalmente ed assunte immediatamente al protocollo dell'ente nell'ordine temporale di presentazione. Le dimissioni non presentate personalmente devono essere autenticate ed inoltrate al protocollo per il tramite di persona delegata con atto autenticato in data non anteriore a cinque giorni. Esse sono irrevocabili, non necessitano di presa d'atto e sono immediatamente efficaci”. La norma richiede, nel caso in cui le dimissioni siano presentate personalmente, che le stesse siano indirizzate al consiglio ed assunte immediatamente al protocollo dell’ente, ma non che le stesse siano presentate all’interno dell’ufficio protocollo. Pertanto, devono ritenersi correttamente presentate le dimissioni indirizzate al consiglio comunale, consegnate al di fuori della sede comunale nelle mani del Presidente del consiglio, accompagnato da un dipendente comunale, i quali, successivamente rientrati nella sede comunale, hanno registrato immediatamente l’atto al protocollo dell’ente.

Tar Emilia Romagna, sez. IIsentenza n. 962 del 26 novembre 2021

« ottobre 2022 »
ottobre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman