Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Agosto / 04/08/2021 - Comunicare nell’infosfera. La vulnerabilità della persona digitale.

04/08/2021 - Comunicare nell’infosfera. La vulnerabilità della persona digitale.

tratto da federalismi.it - autore Raffaella Messinetti

Abstract [It]: Il lavoro si propone di ricercare nel dialogo tra etica e diritto sui temi dell’intelligenza artificiale strumenti capaci di tutelare la persona umana dalle nuove forme di vulnerabilità coniate dalla società digitale. L’ambito specificamente osservato è quello dei processi decisionali automatizzati: qui il diritto alla spiegazione della decisione algoritmica risponde a un principio etico universale ma è anche un diritto in senso giuridico? La risposta fornita è che nel sistema giuridico europeo, alla stregua dell’interpretazione sistematica e assiologica dell’art. 22 del GDPR, quel diritto esiste: una garanzia individuale fondamentale nel processo algoritmico che sia interamente automatizzato e ad “alto rischio” per l’impatto della decisione nella sfera della persona. La conclusione raggiunta nel lavoro è che l’art. 22 GDPR abbia un ruolo cruciale nel governo giuridico della tecnica: incorporare i principi di trasparenza ed “explanibility” nei sistemi decisionali governati dall’IA per assicurare che questi ultimi siano “umano-centrici” e “trustworthy”.

DOCUMENTO INTEGRALE

archiviato sotto:
« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman