Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2021 / Agosto / 09/08/2021 - PNRR e riflessi sulla forma di governo italiana. Un ritorno all'indirizzo politico ''normativo''?

09/08/2021 - PNRR e riflessi sulla forma di governo italiana. Un ritorno all'indirizzo politico ''normativo''?

tratto da federalismi.it - autore Antonella Sciortino

Abstract [It]: Il lavoro si propone di analizzare i riflessi sulla forma di governo del processo decisionale, di attuazione e di monitoraggio del PNRR. Partendo dal «Dispositivo» per la ripresa e la resilienza, uno degli strumenti più importanti del Next Generation EU, dai relativi negoziati e dagli antefatti normativi europei, lo scritto descrive sinteticamente i profili procedimentali e quelli contenutistici del PNRR predisposto dal governo italiano al fine di indagare sulle ricadute che questo può avere sulle dinamiche della forma di governo e dunque anche sui rapporti tra esecutivo e legislativo, e in particolare su quale ruolo il Parlamento sarà in grado di ritagliarsi. Il fil rouge che percorre tutto lo scritto è rintracciabile nel proposito di indagare su come è esercitata la funzione di indirizzo politico in questo contesto quale spia o osservatorio privilegiato attraverso cui comprendere le attuali dinamiche della forma di governo. L’indagine sembra accreditare, prima facie, l’ipotesi che, si stia assistendo ad un mutamento di paradigma nell’indirizzo politico (oltre che in quello economico) e che ci si stia avviando verso un ritorno all’indirizzo politico «normativo», non solo, ma che lo stesso funzionamento del sistema democratico sia conoscendo delle nuove “condizioni di esistenza”.

DOCUMENTO INTEGRALE

« novembre 2021 »
novembre
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman