Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2016 / Dicembre / 05/12/2016 - Ed ora? I segretari comunali …

05/12/2016 - Ed ora? I segretari comunali …

riceviamo e pubblichiamo

Ed ora? I segretari comunali …

Molti segretari comunali esultano perché un governo loro nemico è stato messo alla porta dagli italiani. Fanno bene a farlo ma faranno meglio se già da oggi cominceranno ad attivarsi per difendere la loro professione e la loro dignità di lavoratori.

Che nessuno si illuda perché i politicanti più beceri e ignavi e l’ANCI non ci regaleranno niente e riprenderanno presto le armi contro di noi.

Già da oggi, dunque, i segretari comunali si organizzino per affermare con decisione che vogliono essere figura istituzionale da inquadrare sulla base dei principi inalienabili contenuti negli art. 97 e 98 della Costituzione:

  • i pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione.
  • agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge.
  • i pubblici impiegati sono al servizio esclusivo della Nazione

 

Già da oggi, dunque, i segretari comunali si organizzino per affermare prioritariamente che lo spoils system è anticostituzionale ed è palesemente incompatibile con l’essere al servizio della Nazione proprio del segretario comunale e dell’intera dirigenza pubblica.

Già da oggi, dunque, i segretari comunali smettano di affidarsi a chi cerca "tavoli" semiclandestini con politicanti e con l’Anci per discutere di quello che le nostre controparti sono disposte a "concederci" e comincino ad organizzarsi per rivendicare il loro futuro di dirigenti al servizio della Nazione.

 

« gennaio 2023 »
gennaio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman