09/10/2020 – Segretari comunali e provinciali: note a margine dell’ipotesi del nuovo CCNL 2016/2018

Segretari comunali e provinciali: note a margine dell’ipotesi del nuovo CCNL 2016/2018
di Antonio Purcaro – Segretario generale della Città Metropolitana di Milano, Cultore di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Bergamo
 
Lo scorso 16 luglio 2020 l’ARAN ed i Sindacati rappresentativi hanno sottoscritto, l’ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro per il triennio 2016-2018 per i Dirigenti delle Regioni ed Autonomie locali, Dirigenti professionali, tecnici ed amministrativi del SSN e Segretari comunali e provinciali. Il contratto diverrà efficace, a seguito della sua sottoscrizione definitiva, una volta concluso l’iter di verifica e controllo della compatibilità economico-finanziaria della Ipotesi di accordo, come previsto dalle norme vigenti. Per la categoria dei segretari comunali e provinciali che, solo pochi anni fa, avevano visto il proprio ruolo fortemente messo in discussione, fino a rischiare la soppressione, si apre ora una nuova stagione. Nel presente contributo viene effettuato un primo esame delle disposizioni relative alla disciplina del rapporto di lavoro dei segretari comunali e provinciali.

Torna in alto