04/01/2021 – Legge di bilancio 2021: disposizioni tributarie

Con il sigillo conclusivo apposto dall’Assemblea dei senatori è giunta in porto la manovra finanziaria per il prossimo anno, per un valore di circa 40 miliardi di euro. Durante i lavori parlamentari, il provvedimento normativo, inizialmente composto da 229 articoli, è stato trasformato in un unico maxi-articolo, frammentato, questa volta, in 1150 commi (atto Senato n. 2054).

Rispetto al testo originario (vedi articolo “Comincia lesame parlamentare per il disegno di legge di bilancio”), dal quale sono state stralciate diverse disposizioni ritenute estranee all’oggetto del disegno di legge di bilancio (articolo 120, comma 2, Regolamento della Camera dei deputati), vanno segnalate numerose new entry, tra cui alcuni crediti d’imposta, come quelli per la sostituzione di sanitari e rubinetti, per le spese professionali degli chef, per il filtraggio dell’acqua potabile. Ricordiamo, poi, tra le misure aggiunte durante l’iter: l’Iva ridotta al 10% per i piatti pronti e i pasti preparati per la consegna a domicilio o l’asporto; il rinvio al 2022 della sugar tax; la cancellazione della prima rata dell’Imu 2021 per gli immobili destinati alle attività turistiche e agli spettacoli; l’estensione fino a tutto aprile del tax credit affitti per agenzie di viaggio e tour operator; la conferma degli incentivi per l’acquisto di autoveicoli a ridotte emissioni di Co2 e di motoveicoli elettrici o ibridi; l’aumento dell’imposta di consumo su sigarette elettroniche e tabacchi da inalazione; l’ennesima opportunità per rivalutare terreni e partecipazioni non quotate; lo stop ai versamenti di imposte, ritenute e contributi, nei mesi di gennaio e febbraio, per il settore dello sport.

Nella tabella in estrema sintesi, le disposizioni di carattere tributario presenti nella legge di bilancio 2021 appena approvata in via definitiva dal Parlamento, con indicazione dei relativi commi dell’articolo 1.

Torna in alto