Tratto da: def.finanze.it

tratto da def.finanze.it

Ordinanza del 05/03/2024 n. 5818 – Corte di Cassazione – Sezione/Collegio 5

Salva testo

TESTO

Intitolazione:

Notifiche – Irreperibilità – Attività messo notificatore

Massima:

Ai fini della valutazione positiva di irreperibilità del destinatario della notifica, ai sensi dell’ art. 143 codice procedura civile , il mero mancato rinvenimento del nominativo del notificando sui citofoni e sulle caselle postali, non risulta sufficiente, occorrendo comunque un quid pluris che deve quantomeno consistere nella raccolta, da parte dell’ufficiale giudiziario, di specifiche informazioni in loco sul destinatario dell’atto. Nel caso di specie, dalla relata di notifica dell’intimazione di pagamento emergeva che l’ufficiale giudiziario constatava solo l’irreperibilità del destinatario sconosciuto da info prese sul citofono e sulla cassetta postale, senza dar conto delle successive operazioni di ricerca, da attestare nella relata e compiute per verificare che il destinatario non avesse più l’abitazione né l’ufficio o l’azienda nel Comune nel quale aveva il domicilio fiscale. Pertanto, l’ufficiale giudiziario che, una volta verificata la mancanza del nominativo del notificando sui citofoni e sulle cassette postali, si astenga dal compiere ogni ulteriore ricerca ed indagine, viene meno al suo dovere di normale diligenza nello svolgimento dell’attività notificatoria.

Massima redatta a cura del Ce.R.D.E.F.

Print Friendly, PDF & Email
Torna in alto