Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2022 / Settembre / 15/09/2022 - Crisi ucraina. Nota Verbale dell'Ambasciata d'Ucraina su rilascio certificato d'identità sostituivo. Circolare DAIT n.102 del 12 settembre 2022

15/09/2022 - Crisi ucraina. Nota Verbale dell'Ambasciata d'Ucraina su rilascio certificato d'identità sostituivo. Circolare DAIT n.102 del 12 settembre 2022

Tratto da: Ministero Interno

Servizi demografici 12 settembre 2022

Ufficio emittente  Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Numero:  102/2022

Protocollo: 

22319/2022

Concerne l’identificazione dei cittadini ucraini, giunti in Italia dopo l'inizio della guerra senza passaporto ucraino, a mezzo di certificati consolari.

In particolare, la predetta Ambasciata chiede di voler considerare validi i certificati d'identità, di cui al modello allegato alla circolare, già rilasciati dalle sedi consolari d'Ucraina in Italia ai propri cittadini, fino a 12 l dodici  mesi dalla data di rilascio. Inoltre, con la stessa Nota, viene evidenziato che i predetti certificati, rilasciati dal l 0 settembre 2022, conterranno anche l'informazione aggiuntiva sugli accompagnatori (tutori) dei cittadini ucraini di età inferiore ai 18 anni.

ALLEGATI 

   

 Circolare DAIT n.102/2022

archiviato sotto: ,
« febbraio 2023 »
febbraio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman