Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 23/11/2018 - La buona p.a. deve vigilare su ciò che fanno i vertici

23/11/2018 - La buona p.a. deve vigilare su ciò che fanno i vertici

segnaliamo un articolo da Italia Oggi

La buona p.a. deve vigilare su ciò che fanno i vertici

di Santo Fabiano

Una buona organizzazione ha bisogno di buoni «capi». Il capo, infatti, è un contaminatore di stile, un portatore sano di «tratti» e «buone prassi». È dal capo che si riceve l'immagine dell'organizzazione. Ed è da lui che si ricevono valori di riferimento: un capo puntuale, genera collaboratori puntuali; un capo motivato ed entusiasta, contamina in tal senso il gruppo con cui lavora. Ma, al contrario, un capo demotivato, senza valori o senza rispetto per gli utenti, promuove questa cultura all'interno del suo ufficio. Se usiamo la teoria dell'imprinting, i cui primi studi risalgono a Konrad Lorenz, si comprende che i soggetti di un contesto sono portati a identificarsi con la persona più importante. Ciò è stato confermato, qualche anno dopo, da Berne che ispirò quello che sarà definito il «management transazionale», cioè l'influenza del capo come «genitore» (nella triade insieme alle componenti del «bambino» e dell' «adulto»), inteso come soggetto di riferimento capace di generare valori, regole e stili che influenzano il comportamento di ciascuno che le recepisce e interpreta in relazione alla propria condizione personale (emotiva).

« agosto 2022 »
agosto
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman