Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 22/11/2018 - Corruzione, sindaci a rischio - Impunito il corruttore che denuncia. Anche senza prove

22/11/2018 - Corruzione, sindaci a rischio - Impunito il corruttore che denuncia. Anche senza prove

segnaliamo un articolo da ItaliaOggi

Bagarre alla Camera sul ddl Bonafede. Le opposizioni: si rischia la paralisi dei comuni 

Corruzione, sindaci a rischio

Impunito il corruttore che denuncia. Anche senza prove

di Francesco Cerisano

"«Basta la parola». Lo slogan di una nota pubblicità di qualche anno fa ben rappresenta il pericolo in cui potrebbero incorrere i sindaci se il governo non accetterà di modificare il ddl anticorruzione in discussione alla Camera. I primi cittadini potrebbero infatti essere chiamati a rispondere di corruzione solo sulla base di una denuncia da parte del presunto corruttore, il quale peraltro grazie alla denuncia si assicurerà l'impunità, indipendentemente dalla prova che via stata effettiva dazione di denaro o altra utilità. È questo l'effetto paradossale della causa di non punibilità che il ddl Bonafede introduce nel codice penale (art.323-ter) per i reati contro la pubblica amministrazione. Una clausola che ieri ha provocato una vera e propria levata di scudi da parte delle opposizioni che hanno ricordato alla maggioranza gialloverde che sostiene il governo (e in primis alla Lega che vanta in parlamento e sul territorio molti amministratori locali) le conseguenze «abnormi» che una norma del genere produrrebbe sull'attività amministrativa se venisse approvata."

archiviato sotto: ,
« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman