Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 19/11/2018 - La revoca del rappresentante comunale presso un Ente richiede comunque una motivazione

19/11/2018 - La revoca del rappresentante comunale presso un Ente richiede comunque una motivazione

segnaliamo un articolo da lagazzettadeglientilocali.it

La revoca del rappresentante comunale presso un Ente richiede comunque una motivazione

E. Cuzzola (La Gazzetta degli Enti Locali 19/11/2018)

QUI la sentenza n.562 del TAR Umbria

"Il provvedimento sindacale con cui si revoca il rappresentante comunale presso un Ente è qualificabile come atto di alta amministrazione a forte valenza fiduciaria ma, comunque, soggetto ad onere motivazionale: la necessità di una motivazione ha la finalità di consentire ai soggetti interessati la comprensione delle ragioni di fatto e di diritto che hanno condotto all’emanazione del provvedimento amministrativo. È quanto ricordato dal TAR Umbria nella sentenza 11 ottobre 2018, n. 522, ritenendo legittima la revoca di un rappresentante del Comune presso una fondazione motivata con la necessità, vista la riduzione del numero complessivo dei rappresentanti spettanti al Comune, di mantenere la proporzione tra la rappresentanza della maggioranza e della minoranza consiliare."

archiviato sotto:
« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman