Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 14/11/2018 - Contratto Enti Locali: l’incremento del fondo per gli obiettivi

14/11/2018 - Contratto Enti Locali: l’incremento del fondo per gli obiettivi

tratto da lentepubblica.it

Contratto Enti Locali: l’incremento del fondo per gli obiettivi

Pubblicato da lentepubblica.it il 13 novembre 2018

Contratto Enti Locali: l’incremento del fondo per gli obiettivi è stato ormai raggiunto. Scopriamo in quale modo e cosa prevede l’attuale Contratto per gli Enti Locali.

Come sappiamo, è finalmente stato superato l’art. 15 comma 5 del CCNL 1/4/1999 che prevedeva: in caso di attivazione di nuovi servizi o di processi di riorganizzazione finalizzati ad un accrescimento di quelli esistenti, ai quali sia correlato un aumento delle prestazioni del personale in servizio cui non possa farsi fronte attraverso la razionalizzazione delle strutture e/o delle risorse finanziarie disponibili o che comunque comportino un incremento stabile delle dotazioni organiche, gli enti, nell’ambito della programmazione annuale e triennale dei fabbisogni di cui all’art. 6 del D.Lgs. n. 29/93443, valutano anche l’entità delle risorse necessarie per sostenere i maggiori oneri del trattamento economico accessorio del personale da impiegare nelle nuove attività e ne individuano la relativa copertura nell’ambito delle capacità di bilancio.
Adesso il CCNL 21/05/2018 prevede all’art. 67 comma 5:
Gli enti possono destinare apposite risorse: b) alla componente variabile di cui al comma 3, per il conseguimento di obiettivi dell’ente, anche di mantenimento, definiti nel piano della performance o in altri analoghi strumenti di programmazione della gestione, al fine di sostenere i correlati oneri dei trattamenti accessori del personale; in tale ambito sono ricomprese anche le risorse di cui all’art. 56-quater, comma 1, lett. c).
La disposizione cerca di semplificare anni ed anni di difficili incrementi del fondo alla luce dei pareri ARAN che si erano succeduti nel tempo. A dire il vero, l’Agenzia, già nel 2015, in risposta al Comune di Scandicci, aveva semplificato (e chiarito) un po’ le cose.
Ora, veniamo alla nuova norma. Se questa è la modalità di incremento del fondo, ovvero per obiettivi del piano della performance, con quale strumento vanno erogate le somme?
Gli utilizzi del fondo sono disciplinati dall’art. 68 del CCNL 21/05/2018, quindi è in tale norma che va ricercata la forma di destinazione adeguata. Il primo pensiero, ovviamente, va al fatto che trattandosi di incrementi collegati ad “obiettivi”, la voce principale di utilizzo delle somme è quella della “performance” organizzativa o individuale.
Personalmente, però, così come anche aveva affermato appunto l’ARAN nel parere sopra richiamato, non escludo che le somme possano essere destinate anche ad altre finalità. Provo a dire meglio con un esempio: mettiamo che un’amministrazione un anno decida di accogliere un evento particolare (una tappa del Giro di Italia, il raduno nazionale alpini, ecc. ecc.). Per questa attività, individua uno o più obiettivi del Piano della performance, e incrementa la parte variabile del fondo.
A mio parere le somme potrebbero essere utilizzate per tutte le possibilità previste dall’art. 68 e quindi:
  • performance individuale o organizzativa
  • indennità condizioni lavoro
  • indennità di responsabilità
  • turno, reperibilità e maggiorazioni
e, perchè no, se polizia locale anche per:
  •  indennità di funzione
  • indennità di servizio esterno.
Quindi: la legittimità dell’incremento del fondo sta nello stanziamento del Piano della performance con l’adeguata motivazione, ma non obbligatoriamente le somme in uscita sono vincolate a determinate indennità o compensi.
archiviato sotto:
« novembre 2021 »
novembre
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman