Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 07/11/2018 - Trattamento dei dati lavorativi e protezione dei dati personali nell’Ente locale

07/11/2018 - Trattamento dei dati lavorativi e protezione dei dati personali nell’Ente locale

tratto da Azienditalia, 2018, 11

Trattamento dei dati lavorativi e protezione dei dati personali nell’Ente locale

di Aldo Monea - Avvocato e Giurista delle Organizzazioni pubbliche e Profit

"Il trattamento dei dati lavorativi rappresenta, per le Amministrazioni pubbliche, un “voluminoso” e variegato ambito di trattamento, che, dopo l’avvenuta operatività del Regolamento 2016/679 ed a seguito del D.Lgs. n. 101/2018 che “novella” il D.Lgs. n. 196/2003, continua a richiedere un’attenta cura giuridica da parte di Titolare di trattamento, Responsabile/i di trattamento e (più recentemente) nuovo DPO. L’articolo intende dare una traccia ragionata dei principali profili della normativa” che si applica ai dati del lavoratore, alla luce del Regolamento europeo e della “novella” sul Codice Privacy. Questo articolo è rivolto ad approfondire quanto presente, in via diretta, nel Regolamento europeo e nel “rivisitato” Codice nazionale sulla Privacy. Quindi, non si prenderà in esame, ad esempio, quanto disciplinato in altre fonti giuridiche (come ad esempio, i controlli lavorativi del datore che sono disciplinati, al fine di limitare le facoltà concesse, dallo Statuto dei Lavoratori, vale a dire la Legge n. 300/1970 e modifiche e integrazioni) che meritano un approfondimento ad hoc."

QUI l'articolo completo

archiviato sotto: ,
« agosto 2022 »
agosto
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman