Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Novembre / 01/11/2018 - Le assunzioni della partecipata non si consolidano con quelle dell’ente

01/11/2018 - Le assunzioni della partecipata non si consolidano con quelle dell’ente

tratto da self-entilocali.it

Lombardia, del. n. 302 – Le assunzioni della partecipata non si consolidano con quelle dell’ente

Pubblicato il 31 ottobre 2018


Un sindaco ha chiesto se le assunzioni poste in essere dalla società controllate incidano sulla capacità assunzionale del comune socio, riducendo le possibilità di assunzione di quest’ultimo.

I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 302/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 31 ottobre, hanno chiarito che una società partecipata – nel rispetto delle direttive impartite dalle proprie amministrazioni partecipanti e degli specifici obblighi legislativamente previsti e, in particolare, da quanto statuito dal TUSP, anche per quanto attiene alle modalità attraverso cui procedere – può porre in essere assunzioni, senza che ciò possa intaccare la capacità assunzionale dell’amministrazioni partecipanti.

Non sussiste alcun obbligo di consolidamento delle capacità assunzionali del Comune socio e della società interamente partecipata.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Lombardia del. n. 302-18

archiviato sotto:
« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman