Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Luglio / 04/07/2018 - Revisione dei prezzi: la differenza disciplina prevista dal nuovo codice dei contratti pubblici

04/07/2018 - Revisione dei prezzi: la differenza disciplina prevista dal nuovo codice dei contratti pubblici

tratto da self-entilocali.it

Revisione dei prezzi: la differenza disciplina prevista dal nuovo codice dei contratti pubblici

Pubblicato il 3 luglio 2018


 

Nel nuovo codice degli appalti, d.lgs. 50/2016, la revisione periodica dei prezzi dopo l’aggiudicazione dell’appalto non è obbligatoria per legge come nella previgente disciplina dettata dal d.lgs. 163/2006, ma opera solo se prevista dai documenti di gara.

Ciò comporta l’inapplicabilità della previgente giurisprudenza sulla natura imperativa e sull’inserimento automatico delle clausole relative alla revisione prezzi e alla loro sostituzione delle clausole contrattuali difformi.

Questo quanto evidenziato dal Consiglio di Stato nella sentenza n. 3768 del 19 giugno 2018.

L’articolo 115 del previgente d.lgs. 163/2006, oggi abrogato, prevedeva l’inserimento obbligatorio nei contratti della clausola di revisione periodica dei prezzi.

Di contro, l’art. 106 lettera a) del D.Lgs. n. 50/2016 configura la clausola di revisione, da inserirsi già negli atti di gara, e poi nel contratto, come una facoltà, e non un obbligo.

In pratica, sia la decisione se ricorrere o meno alla procedura della revisione dei prezzi, sia i meccanismi di revisione del prezzo devono essere determinati dalla stazione appaltante, che deve darne evidenza nei documenti di gara.

« agosto 2022 »
agosto
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman