Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Dicembre / 21/12/2018 - Società in house a controllo congiunto: limiti e oneri

21/12/2018 - Società in house a controllo congiunto: limiti e oneri

tratto da self-entilocali.it

Trentino Alto Adige, del. n. 8 – Società in house a controllo congiunto: limiti e oneri

Pubblicato il 20 dicembre 2018


Un sindaco ha chiesto se una società in house, controllata congiuntamente da una pluralità di enti locali, debba essere considerata, ai sensi della disciplina dettata dal d.lgs. 175/2016, quale “società a controllo pubblico” o quale “società a partecipazione pubblica”.

I magistrati contabili del Trentino Alto Adige, con la deliberazione 8/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 19 dicembre, hanno ribadito che le società in cui una o più amministrazioni pubbliche dispongono dei voti o dei poteri ai sensi del combinato disposto di cui all’art. 2, lett. b) e m), TUSP e all’art. 2359 n. 1), 2) e 3) c.c. devono essere coerentemente considerate “società a controllo pubblico” (orientamento del Mef del 15 febbraio 2018Corte dei contisez. Liguria, del. n. 3/2018sez. Piemonte, del. n. 42/2018).

Tali considerazioni valgono a fortiori per le società in house, nelle quali le amministrazioni pubbliche partecipanti svolgono congiuntamente un controllo analogo a quello esercitato sui propri servizi, tale da escluderne la terzietà rispetto agli enti costituenti.

Tali società si caratterizzano per la composizione degli organi societari costituiti da soli rappresentanti delle amministrazioni pubbliche, per l’esercizio congiunto di una influenza determinante e per l’assenza di interessi contrari con le amministrazioni partecipanti (articolo 5, comma 5, lett. a), b) e c) del d.lgs. n. 50/2016, richiamato dall’articolo 2, comma 1, lett. d), del d.lgs. 175/2016).

Secondo i magistrati contabili, pertanto, le società in house dovranno rispettare le norme, statali e provinciali, che prevedono limiti ed oneri a carico delle “società a controllo pubblico” (ad es. in materia di amministratori e di gestione del personale, gli artt. 11, 19 e 25 TUSP, oltre agli artt. 6 e 14, comma 2, TUSP), nonché quelle ulteriori e più specifiche (ad es. artt. 12 e 16, comma 7, TUSP) previste per le società in house medesime.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Trentino Alto Adice del. n. 8 -18

archiviato sotto:
« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman