Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2018 / Dicembre / 19/12/2018 - Decorrenza del termine perentorio previsto per la conclusione del procedimento disciplinare

19/12/2018 - Decorrenza del termine perentorio previsto per la conclusione del procedimento disciplinare

tratto da logospa.it

Decorrenza del termine perentorio previsto per la conclusione del procedimento disciplinare

La Corte di Cassazione, con sentenza n.32156 del 12 dicembre 2018 si è pronunciata in ordine al termine per la conclusione del procedimento disciplinare, affermando il principio secondo il quale questo decorre dal momento in cui si hanno tutti gli elementi per procedere alla contestazione.

Nella fattispecie, la Corte d'Appello, rigetta il reclamo proposto dal ricorrente vertente in particolare sulla tardività dell'azione disciplinare. Il ricorrente lamenta la tardività della contestazione rispetto al momento di conoscenza dei fatti.

La Corte osserva che ai fini della decorrenza del termine perentorio previsto per la conclusione del procedimento disciplinare dall'acquisizione della notizia dell'infrazione ex art. 55-bis, comma 4, del d.lgs. n. 165 del 2001, in conformità con il principio del giusto procedimento, come inteso dalla Corte cost. con sentenza n. 310 del 5 novembre 2010, assume rilievo esclusivamente il momento in cui tale acquisizione, da parte dell'ufficio competente regolarmente investito del procedimento, riguardi una "notizia di infrazione" di contenuto tale da consentire allo stesso di dare, in modo corretto, l'avvio al procedimento disciplinare.

CORTE DI CASSAZIONE, SENTENZA N.32156, 12 DICEMBRE 2018

« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman