Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2015 / Aprile / 13.04.2015 - Alfonso Sabella sull'articolo di Luigi Oliveri che lo riguardava

13.04.2015 - Alfonso Sabella sull'articolo di Luigi Oliveri che lo riguardava

riceviamo e pubblichiamo

Oggetto:  

La #legalità “a la carte” che non serve a nessuno #corruzione #segretaricomunali

Da:  

 

Data:  

Dom, Aprile 12, 2015 21:38

A:  

info@segretaricomunalivighenzi.it

Priorità:  

Normale

Opzioni:  

 

 
 
 

 

 

Gent.mo Direttore, condivido quasi pienamente il contenuto dell'articolo di Luigi Olivieri che avete ritenuto di pubblicare e che ho letto attentamente. Sarebbe stato opportuno, però, che anche il dott. Olivieri, prima di scrivere sulla base di mere semplificazioni giornalistiche, avesse anche letto la memoria di giunta del 20 gennaio 2015 che si trova sul sito del Comune (ma capisco che, in tal caso, avrebbe avuto poco o nulla da scrivere), delle mie numerose e quasi quotidiane dichiarazioni ai media circa la necessità, proprio per le ragioni che segnala oggi il dott. Olivieri, di inserirne il contenuto nel nuovo regolamento comunale dei contratti e avesse, infine, anche preso visione delle mie mere segnalazioni ai competenti Dirigenti circa profili di possibile illegittimità di gare in corso da valutare, ferma restando la loro autonomia, anche ai fini di un annullamento delle stesse in autotutela (laddove i profili erano, invece, di illiceità ho direttamente trasmesso gli atti alla Procura).

Disponibilissimo a fornire ogni chiarimento, colgo l'occasione per salutarLa cordialmente

Alfonso Sabella

 
 
 

 

« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman