Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2015 / Aprile / 09.04.2015 - convegno su "La tutela della legalità negli enti locali: il ruolo del Segretario Comunale"

09.04.2015 - convegno su "La tutela della legalità negli enti locali: il ruolo del Segretario Comunale"

appena possibile pubblicheremo i materiali relativi al convegno in nostro possesso (per lo più video "di fortuna" essendo stata vietata l'introduzione di telecamere).

Ieri, mercoledì 8 aprile 2015 alle ore 14,00, a Roma, nella Sala della Regina presso Palazzo Montecitorio, si è regolarmente tenuto il convegno su "La tutela della legalità negli enti locali: il ruolo del Segretario Comunale" organizzato dall'Associazione Nazionale Professionale dei segretari comunali e provinciali G.B.Vighenzi, dall'Associazione Professionale dei segretari degli enti locali e dal Comitato per l’anticorruzione e la legalità dei segretari della Puglia 

-hanno partecipato tutti i relatori previsti ad eccezione di Angelo Rughetti.

-ai relatori previsti si è aggiunta l'on. Federica Dieni che, ancora una volta, ha confermato di essere amica dei segretari comunali

-le parole sentite dagli oratori sono di grande incoraggiamento e tutti speriamo che siano anche "utili".

-stiamo raccogliendo i vari filmati relativi agli interventi per pubblicarli integralmente e, per scelta, non vogliamo sintetizzarne i contenuti per evitare errori e omissioni

-l'intervento del Presidente ANAC, Raffaele Cantone, è stato postato su FB dalla collega M. Barilla. Questi i link di detto intervento.

 

https://www.facebook.com/video.php?v=644820692284422

https://www.facebook.com/video.php?v=644819865617838

 

« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman