Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2014 / Maggio / abolizione - la collega MC Giardina

abolizione - la collega MC Giardina

la collega MC Giardina scrive brevi considerazioni sul perchè si vuole abolire la figura del segretario comunale

 

Presidente , io so il perché !
I segretari comunali devono essere aboliti perché sono testimoni scomodi!
Sono la prova provata che la riforma della dirigenza anticipata dal duo Renzi Madia è solo un espediente per completare l'asservimento della classe dirigente alla politica.
I segretari comunali sanno cosa significa stare in un albo.
Sanno che per accedere ad una sede di rilievo non conta nulla il curriculum, l'esperienza , la competenza, l'onestà. 
È indispensabile invece avere gli amici giusti, informatori attenti, qualche tessera di partito ( per i più sfacciati), saper strizzare l'occhio al politico di turno...
I segretari sanno che quando una sede è pubblicata nell'avviso pubblico, i giochi sono già fatti e la scelta é già avvenuta.
I più pronti e attenti in questi giorni hanno già contattato i candidati sindaci per verificare le possibilità di essere nominati in qualche sede prestigiosa. Ma con molto garbo e cautela, non tanto per l'ignaro collega che li presta servizio, quanto per non bruciarsi la possibilità in caso di un diverso esito elettorale.
Per questo è meglio non lasciare tracce ed abolire i segretari comunali!

« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman