Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Ottobre / 30/10/2020 - Locali e palestre senza Imu

30/10/2020 - Locali e palestre senza Imu

tratto da Italia Oggi del 29.10.2020
L'elenco del decreto. Ai sindaci 101,6 mln
Locali e palestre senza Imu
di Francesco Cerisano
 
Senza Imu piscine, palestre, impianti sportivi, ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie. È un lungo elenco quello delle attività sospese o limitate dal dpcm 24 agosto che costituisce il fulcro di tutto il sistema di agevolazioni previsto dal decreto legge «Ristori». L'ultima versione del provvedimento porta in dote un po' più di soldi ai comuni (5,2 milioni) a titolo di rimborso per la cancellazione della seconda rata Imu. La quota che il governo restituirà ai sindaci passa da 96,4 milioni (si veda ItaliaOggi di ieri) a 101,6 milioni. E viene ritoccata leggermente al rialzo anche la quota Imu statale a cui l'erario rinuncerà (da 19,3 a 19,7 milioni) portando complessivamente la perdita di gettito creata dall'agevolazione a 121,3 milioni. Per il resto l'esecutivo tira dritto sulla decisione di condizionare l'esenzione alla coincidenza tra gestore dell'attività e proprietario dell'immobile. Un requisito, già previsto dal dl Agosto (dl 104/2020) per la lunga serie di immobili già esentati dalla seconda rata Imu (alberghi, agriturismi, villaggi turistici, bed&breakfast, residence, campeggi, cinema, teatri, sale concerti, sale da ballo, discoteche) ad eccezione degli stabilimenti balneari e degli immobili utilizzati nell'ambito di eventi fieristici per cui invece tale coincidenza non è stata prevista dal dl Agosto. «Non si tiene conto del fatto che la crisi la soffrono non solo i gestori delle attività ma anche i proprietari a cui non vengono pagati i canoni», ha osservato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, critico sulle modalità con cui il governo ha affrontato il tema della cancellazione della seconda rata Imu nel dl in arrivo. «La richiesta di rivedere il requisito della coincidenza tra gestori e proprietari è stata avanzata in questi mesi anche dal settore alberghiero dove spesso la proprietà e la gestione sono affidate a società diverse facenti capo però alla stessa capogruppo», spiega il numero uno di Confedilizia. «Non comprendiamo come mai l'esecutivo non intenda discostarsi da questa linea quando per esempio, nel prevedere la possibilità di cedere al proprietario, quale pagamento dell'affitto, il credito di imposta sul canone, sembrava aver capito che la sofferenza per la crisi generata dal Covid non è solo del gestore delle attività ma anche dei locatori degli immobili».
archiviato sotto:
« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman