Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Novembre / 19/11/2020 - La recente torre di Babele dei contratti pubblici: la pace sol cercando io vo’

19/11/2020 - La recente torre di Babele dei contratti pubblici: la pace sol cercando io vo’

Tratto da www.federalismi.it Autore Marco Cusano

L’articolo analizza la recente evoluzione normativa del Codice dei contratti pubblici, esaminando le novità introdotte (i) dal c.d. “Decreto Sblocca cantieri”, che ha previsto – in particolare – il parziale declino della regolazione sub-primaria flessibile per tornare ad un regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice, (ii) dall’emanando Regolamento c.d. “unico”, che deve sostituire 10 atti di soft regulation (decreti ministeriali e Linee guida dell’ANAC), e (iii) dal c.d. “Decreto Semplificazioni”, che ha novellato sia il Codice che il Decreto Sblocca cantieri a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, al fine di scongiurare la paralisi del mercato delle commesse pubbliche. Nelle conclusioni si individuano alcune criticità di questo eccessivo riformismo e si propongono delle prospettive per semplificare e – soprattutto – stabilizzare la disciplina dei contratti pubblici, per favorire l’intellegibilità del Codice e la ripresa degli investimenti.

ALLEGATO:

archiviato sotto:
« dicembre 2020 »
dicembre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman