Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Luglio / 17/07/2020 - Concorsi: se è violato il termine di presentazione delle domande, annullamento in autotutela

17/07/2020 - Concorsi: se è violato il termine di presentazione delle domande, annullamento in autotutela

tratto da lapostadelsindaco.it
Concorsi: se è violato il termine di presentazione delle domande, annullamento in autotutela
La Rivista del Sindaco  17/07/2020
 
Il Tar della Campania è stato chiamato ad esprimersi in materia di concorsi pubblici banditi da enti locali. Con la sentenza 1578/2020 ha dichiarato due principi di diritto: il primo riguardante il termine di presentazione delle domande di partecipazione; il secondo sull’esercizio del potere di autotutela per illegittimità del bando.
Per seguire il quadro normativo di riferimento, si è portato all’attenzione l’articolo 4 (comma 1) del regolamento sull’accesso agi impieghi nelle PA (Dpr 487/1994) un cui è previsto che per i concorsi pubblici le domande di ammissione devono essere presentate all’amministrazione di competenza “entro il termine perentorio di giorni trenta dalla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica”. La specifica riguardante la pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale da parte degli enti territoriale, si trova al successivo comma 1-bis, dove si chiarisce che “può essere sostituita dalla pubblicazione di un avviso di concorso contenente gli estremi del bando e l'indicazione della scadenza del termine per la presentazione delle domande”.
Stando ai giudici campani, inoltre, il termine di presentazione delle domande non si può imporre agli enti il mero obbligo pubblicitario delle procedure concorsuali, solo per il riferimento agli stessi enti presente nel solo comma 1-bis, esimendo questi dall'ambito applicativo del primo comma. È dalla lettura combinata di entrambi i commi che si può estrarre la corretta interpretazione: è consentita quindi agli enti locali unicamente la possibilità di sostituire la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bando con l’avviso di concorso, pur restando nei suoi doveri l’assicurazione del rispetto del termine dei trenta giorni dalla data di pubblicazione per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione.
Anche il tema dell’esercizio del potere di autotutela è stato affrontato dai giudici partenopei: in ipotesi di violazione del bando alle prescrizioni normative sul termine per la presentazione delle domande di concorso, l’ente locale può integrare efficacemente i presupposti dell’annullamento in autotutela degli atti della procedura concorsuale (propedeutico alla indizione di un nuovo bando) solo in casi adeguatamente motivati. In dettaglio, la potestà amministrativa deve sottostare al citato obbligo motivazionale quando questo si fonda sull’accertamento della violazione della disposizione di legge di riferimento sulla necessità di assicurare l’interesse pubblico (tutelato costituzionalmente) alla partecipazione paritetica al concorso più estesa, quanto sull’esigenza di scongiurare un ulteriore prolungamento dello sviluppo della procedura concorsuale, a fronte di istanze ricevute in cui viene preannunciata la presenza di iniziative annullatorie, che in sede giurisdizionale saranno presumibilmente accoglibili.
Articolo di Luigi Franco
archiviato sotto:
« agosto 2020 »
agosto
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman