Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Gennaio / 30/01/2020 - Utilizzo dei proventi derivanti dalle sanzioni del Codice della strada

30/01/2020 - Utilizzo dei proventi derivanti dalle sanzioni del Codice della strada

tratto da self-entilocali.it
Lombardia, del. n. 447 – Utilizzo dei proventi derivanti dalle sanzioni del Codice della strada
Pubblicato il 29 gennaio 2020

Un sindaco ha chiesto se sia possibile, ai sensi della normativa vigente, finanziare i costi delle apparecchiature destinate all’accertamento della violazione dei limiti di velocità, ai sensi dell’art. 142 del d.lgs. 285/1992, per mezzo dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal Codice della strada per le medesime infrazioni.
I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 447/2019, pubblicata sul sito della sezione regionale il 16 gennaio, hanno evidenziato come il comma 12-ter del succitato art. 142, d.lgs. 285/1992 stabilisca un vincolo di destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative elevate per violazioni al Codice della strada, prevedendo che le somme così introitate vadano destinate alla manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali e al potenziamento delle attività di controllo relative alle infrazioni in materia di circolazione stradale. Il Collegio ha inoltre sottolineato come l’art. 208, comma 4 preveda un ulteriore vincolo di destinazione, stabilendo che il 50% dei proventi delle attività di controllo debba essere destinato, in misura non inferiore a un quarto, al potenziamento degli accertamenti relativi alle violazioni al Codice della strada.
archiviato sotto:
« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman