Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Gennaio / 24/01/2020 - Per la Cassazione la demolizione dell'immobile è una legittima sanzione ripristinatoria - No all'abusivismo di necessità - Il diritto all'abitazione non può prevaricare la legge

24/01/2020 - Per la Cassazione la demolizione dell'immobile è una legittima sanzione ripristinatoria - No all'abusivismo di necessità - Il diritto all'abitazione non può prevaricare la legge

tratto da Italia Oggi del 23.01.2020
Per la Cassazione la demolizione dell'immobile è una legittima sanzione ripristinatoria - No all'abusivismo di necessità - Il diritto all'abitazione non può prevaricare la legge
di Michele Damiani
 
L'abusivismo di necessità non esiste. Il diritto all'abitazione non può avere una valenza maggiore delle leggi nazionali di edificazione. Infatti: «La demolizione configurerebbe una legittima sanzione ripristinatoria, e l'interesse con essa perseguito deve ritenersi prevalente sul diritto all'abitazione dell'immobile abusivamente realizzato». È la conclusione a cui è giunta la Corte di cassazione con la sentenza n. 844/2020 pubblicata lo scorso 13 gennaio. La vicenda parte da un'ordinanza del tribunale di Brindisi del 24 giugno 2019 che rigettava la richiesta di sospensione e revoca dell'ordine di demolizione di un immobile abusivo. Contro la decisione del tribunale è stato presentato un ricorso basato su due motivi: il primo riguarda il diritto all'abitazione del nucleo familiare presente nella casa, che vede la presenza di due famiglie. L'ordine di demolizione «comprometterebbe il diritto alla tutela dell'abitazione». Il secondo motivo si fonda su una errata lettura dell'elaborato tecnico presentato. La Corte non ha ritenuto fondati i due motivi e, per giustificare la sua posizione, ha ricostruito la disciplina a partire dalle posizioni della Corte europea dei diritti dell'uomo. Secondo la Cassazione: «Dalla giurisprudenza Cedu si ricava il principio dell'interesse dell'ordinamento all'eliminazione, in luogo della confisca, delle opere incompatibili con le disposizioni urbanistiche». Di conseguenza: «La demolizione configurerebbe una legittima sanzione ripristinatoria, e l'interesse con essa perseguito deve ritenersi prevalente sul diritto all'abitazione dell'immobile abusivamente realizzato». Inoltre: «Il diritto all'abitazione non può essere qualificato come assoluto, dovendo lo stesso essere comparato con l'interesse della collettività all'effettiva applicazione della normativa in materia di edilizia». Dovrà quindi «ritenersi che l'ordine di demolizione non costituisce sanzione penale, bensì una misura funzionalmente diretta al ripristino dello status quo ante».
archiviato sotto:
« ottobre 2021 »
ottobre
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman