Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Febbraio / 12/02/2020 - Illegittimo l'incarico esterno per la risoluzione generica di criticità giuridico-amministrative

12/02/2020 - Illegittimo l'incarico esterno per la risoluzione generica di criticità giuridico-amministrative

segnaliamo da quotidianoentilocali.ilsole24ore.com
Illegittimo l'incarico esterno per la risoluzione generica di criticità giuridico-amministrative
di Michele Nico
L'entrata in vigore di nuove norme in materie istituzionalmente demandate alla cognizione e attività del Comune è un evento che determina problematiche rientranti nell'ordinaria amministrazione, da ascriversi alla competenza esclusiva degli uffici dell'ente.
Di conseguenza, non è possibile avvalersi della consulenza di un professionista esterno per determinare l'inquadramento giuridico legale a seguito di una novella normativa, e ove un siffatto incarico venga conferito esso genera un danno erariale. Questo è il principio affermato dalla Corte dei conti d'appello, con la sentenza n. 8/2020.
La decisione
La pronuncia si distingue per il rigore con cui la Corte si è espressa in materia di consulenze esterne, tant'è che i giudici di primo grado avevano giustificato gli incarichi esterni che, a seguito del riesame in sede di appello, hanno invece comportato la condanna di 2 dirigenti comunali a risarcire un danno erariale pari all'importo delle consulenze, oltre a interessi legali e spese di lite.
I due incarichi esterni finiti nel mirino della procura contabile erano stati entrambi conferiti dalla Pa per affiancare gli uffici dell'ente alle prese con una grave carenza di personale.
 
archiviato sotto:
« febbraio 2020 »
febbraio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman