Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2020 / Aprile / 09/04/2020 - Contratto a termine reiterato, il risarcimento spetta anche senza la prova del danno

09/04/2020 - Contratto a termine reiterato, il risarcimento spetta anche senza la prova del danno

segnaliamo da quotidianoentilocali.ilsole24ore.com
Contratto a termine reiterato, il risarcimento spetta anche senza la prova del danno
di Michele Nico
Nell'ipotesi di abusiva reiterazione di contratti a termine si configura una prestazione lavorativa in violazione di disposizioni imperative riguardanti l'assunzione nel pubblico impiego, dacché la modalità generale e ordinaria di accesso nei ruoli della Pubblica amministrazione è il concorso.
Il ricorso al contratto a tempo determinato al di fuori dei casi e limiti consentiti non comporta la costituzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, stante il divieto in questo senso posto dall'articolo 36, comma 5, del Dlgs 165/2001, ma implica il risarcimento del danno a favore del lavoratore, fatta salva la prova del maggior pregiudizio sofferto con la dimostrazione, mediante presunzioni, della perdita di opportunità di trovare un impiego o del fatto che, qualora un concorso fosse stato organizzato in modo regolare, egli lo avrebbe vinto. Questo è il principio affermato dalla Corte di cassazione, con la sentenza n. 4882/2020.
archiviato sotto:
« giugno 2020 »
giugno
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman