Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2019 / Novembre / 26/11/2019 - Per i furbetti del cartellino il danno all’immagine è stabilito ex lege in misura non inferiore a sei mensilità

26/11/2019 - Per i furbetti del cartellino il danno all’immagine è stabilito ex lege in misura non inferiore a sei mensilità

tratto da iusmanagement.org
Per i furbetti del cartellino il danno all’immagine è stabilito ex lege in misura non inferiore a sei mensilità
di Dario Di Maria 
 
L’azione erariale deve ritenersi fondata alla luce dell’ampio materiale probatorio fornito, descritto compiutamente nella parte in fatto (con particolare rifermento ai rilievi fotografici e agli atti del procedimento disciplinare contenuti nel fascicolo), che comprova il reiterato comportamento del X il quale, nelle date contestate (per un totale complessivo di venti giornate), si è assentato dal servizio per l’intera giornata, rimanendo sul luogo di lavoro solo il tempo strettamente sufficiente per timbrare il cartellino all’inizio e al termine del servizio.
A ciò si deve aggiungere la seconda voce di danno richiesta dalla Procura per la grave lesione all’immagine subita dal Comune ai sensi dell’art. 55-quinquies D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 che ne prevede una ipotesi ex lege con una quantificazione pecuniaria da determinarsi, da parte del giudice di merito, in base ad una valutazione equitativa, ma comunque non inferiore a sei mensilità dell’ultimo stipendio in godimento, oltre interessi e spese di giustizia.
Si tratta di una fattispecie tipica che prevede una specifica ipotesi di responsabilità, la quale prescinde dalla sussistenza dei requisiti richiesti dall’art. 17, comma 30 bis, della L. 3.08.2009, n. 102 per la configurabilità del danno all’immagine
archiviato sotto:
« novembre 2021 »
novembre
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman