Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2019 / Luglio / 30/07/2019 - La Corte dei conti «assolve» la mancata restituzione dell'anticipazione di tesoreria e le spese discrezionali

30/07/2019 - La Corte dei conti «assolve» la mancata restituzione dell'anticipazione di tesoreria e le spese discrezionali

segnaliamo da quotidianoentilocali.ilsole24ore.com

La Corte dei conti «assolve» la mancata restituzione dell'anticipazione di tesoreria e le spese discrezionali

di Vincenzo Giannotti
Le sezioni di controllo della magistratura contabile hanno spesso evidenziato come l'utilizzazione delle anticipazioni di tesoreria non restituite alla fine dell'anno potrebbero configurarsi come finanziamento vietato alla luce dell'articolo 119 della Costituzione e come tale non potrebbero finanziarie spese correnti. Inoltre, in situazioni di criticità finanziaria, le spese discrezionali o voluttuarie, ovvero erogazioni di contributi non obbligatori, potrebbero aprire le porte a eventuali danni erariali. Questo ha pensato la Procura contabile che ha rinviato a giudizio, sindaco, giunta comunale, dirigente finanziario e dirigente del servizio a cusa di spese correnti indebite in quanto per lo più finanziate da anticipazioni di tesoreria non restituite alla fine dell'anno. La Corte dei conti partenopea (sentenza n. 255/2019) ha, invece, considerato legittimo sia il ricorso alle anticipazioni di tesoreria anche se prolungate nel tempo in mancanza della loro qualificazione come indebitamento, sia le spese e i contributi discrezionali qualora siano correttamente allocati nel bilancio, assolvendo il parterre rinviato a giudizio dalla Procura contabile.
« giugno 2022 »
giugno
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman