Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2019 / Febbraio / 19/02/2019 - Punito l'agente che detiene armi improprie in ufficio

19/02/2019 - Punito l'agente che detiene armi improprie in ufficio

tratto da quotidianopa.leggiditalia.it

Punito l'agente che detiene armi improprie in ufficio

di Stefano Manzelli - Funzionario di polizia locale, consulente enti locali

Meglio non scherzare con manganelli e bastoni estensibili in caserma. Il rischio di incorrere in una pesante sanzione disciplinare è infatti molto concreto e si attiva con una semplice segnalazione di un collega. Lo ha evidenziato la Corte di cassazione, sez. civ. L con l'ordinanza n. 3316 del 5 febbraio 2019. Un agente di polizia municipale è stato sospeso per due mesi dal servizio per aver semplicemente detenuto in comando un bastone estensibile di metallo. Contro questa severa misura punitiva l'interessato ha proposto censure fino ai giudici del palazzaccio ma senza successo. La condotta addebitata all'agente è rappresentata da una grave violazione della regolamentazione sulle dotazioni di ordinanza del personale di polizia municipale. In pratica è stata ritenuta sintomatica di grave incapacità la condotta dell'agente che a differenza degli altri operatori custodiva nell'armadietto del comando un bastone estensibile. Anche se non è stato provato l'uso di questo strumento in servizio, all'esterno dei locali. La protezione di beni di primaria importanza come la sicurezza e l'incolumità delle persone deve infatti essere quanto più possibile anticipata. In buona sostanza la condotta dell'agente è censurabile ai sensi del ccnl in quanto tali disposizioni "nel fare riferimento alla specifica incapacità di adempiere adeguatamente agli obblighi di servizio, evocano non solo le abilità tecnico professionali connesse alle modalità di svolgimento del lavoro, ma anche, e ancor prima, la consapevolezza della pregnanza e della rilevanza dei doveri e delle ragioni per le quali essi sono imposti e devono essere rispettati". Quindi se un agente non rispetta le prescrizioni impartite dal regolamento in materia di dotazioni di ordinanza incorre in una grave sanzione disciplinare. Anche se la violazione si è manifestata all'interno della caserma e non in servizio esterno.

Cass. civ. Sez. lavoro, Ord., 5 febbraio 2019, n. 3316

« gennaio 2022 »
gennaio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman