Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2019 / Dicembre / 03/12/2019 - Danno erariale e all'immagine per il dipendente che in malattia prolungata pratica sport

03/12/2019 - Danno erariale e all'immagine per il dipendente che in malattia prolungata pratica sport

segnaliamo da quotidianoentilocali.ilsole24ore.com
Danno erariale e all'immagine per il dipendente che in malattia prolungata pratica sport
di Vincenzo Giannotti
Pugno di ferro della Corte dei conti dell'Umbria (sentenza n. 79/2019) che ha condannato per danno erariale e all'immagine il dipendente pubblico che, in malattia prolungata per causa di servizio, svolgeva attività sportive incompatibili con le indicazioni mediche ricevute. In altri termini, i giudici contabili hanno ritenuto che i pubblici dipendenti, affetti da patologie simili a quelle del convenuto, ben possono prestare la propria attività lavorativa specie se la medesima non appare più onerosa di quella posta in essere nel corso della partecipazione alle gare sportive, potendo considerare quest'ultime anche come causa di aggravamento delle sue condizioni di salute. Pertanto, tutto il periodo di malattia, dove il dipendente ha ricevuto piena remunerazione, ha rappresentato il danno erariale. A questo va aggiunto anche quello all'immagine, impiegando per analogia i medesimi criteri utilizzati dal legislatore per la lotta ai cosiddetti «furbetti del cartellino (articolo 55-quinques, comma 2, e 55-quater, comma 3-quater, del Dlgs 165/2001), pari a sei mensilità dello stipendio.
« luglio 2020 »
luglio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman