Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / Archivio News / Anno 2019 / Agosto / 05/08/2019 - La concretezza si è fatta legge dello Stato, la riforma della PA può attendere

05/08/2019 - La concretezza si è fatta legge dello Stato, la riforma della PA può attendere

tratto da Azienditalia 8-9/2019

La concretezza si è fatta legge dello Stato, la riforma della PA può attendere

di Amedeo Di Filippo - Dirigente comunale
 
La Legge 19 giugno 2019, n. 56, passata alle cronache come“Legge concretezza”, introduce novità in tema di disciplina e organizzazione della Pubblica Amministrazione, quali il Nucleo della concretezza, sistemi di verifica biometrica dell’identità e di videosorveglianza per gli accessi, procedure per accelerare il ricambio generazionale. Le novità hanno in comune l’obiettivo di individuare soluzioni concrete per garantire l’efficienza delle pubbliche amministrazioni, il miglioramento immediato dell’organizzazione amministrativa e l’incremento della qualità dei servizi. L’analisi proposta col presente contributo restituisce lo spaccato di un provvedimento che, per ora, di concreto presenta ben poco e che si aggiunge in maniera non proprio armonica alla serie di misure adottate nell’ultimo anno le quali, lungi dal prospettare un assetto organico e coordinato, conservano un senso di frammentarietà alla annunciata azione di riforma della Pubblica Amministrazione le cui coordinate continuano ad essere dettate da interventi spot e promesse di trasformazioni salvifiche ormai difficili da credere e forse inutili.
archiviato sotto: ,
« ottobre 2022 »
ottobre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman