ANAC: In vigore le modifiche al regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio dell’Autorità inerenti alla conclusione del procedimento per falsa dichiarazione alle S.O.A.

Tratto da: Lavori Pubblici

Con la pubblicazione del comunicato dell’ANAC nella Gazzetta Ufficiale del 24 febbraio 2024, n. 46, sono diventate operative le modifiche apportate con la Delibera n.65 del 10/1/2024 , al regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio dell’Autorità in materia di contratti pubblici di cui al decreto legislativo 31 marzo 2023 n. 36, approvato con Delibera n. 271 del 20/6/2023.

Nel dettaglio, è stato modificato l’art. 19 del Regolamento, relativo alla conclusione del procedimento per falsa dichiarazione alle S.O.A.

Come riportato nel nuovo testo, in caso di falsa dichiarazione o di produzione di documenti non veritieri ai fini della qualificazione, il Consiglio può disporre:

  • a) la formalizzazione a carico della S.O.A. del provvedimento di diniego al rilascio dell’attestazione o di decadenza dell’attestazione ai fini dell’inserimento nel Casellario informatico;
  • b) l’insussistenza della causa interdittiva di cui all’art. 94, comma 5, lett. e), codice, qualora non ricorrano i presupposti della falsa dichiarazione o falsa presentazione di documentazione o i presupposti per la configurabilità del dolo o della colpa grave;
  • c) l’irrogazione della sanzione interdittiva e pecuniaria, disponendo l’annotazione nel Casellario qualora la falsa dichiarazione o falsa presentazione di documentazione siano state rese con dolo o colpa grave.

L’annotazione nel Casellario:

  • avviene a seguito dell’adozione, da parte della S.O.A., del provvedimento di decadenza o diniego dell’attestazione, e a seguito della notifica alle parti del provvedimento finale
  • è disposta ai sensi dell’art. 100, comma 13, del d.lgs. 36/2023, con conseguente operatività della causa ostativa prevista dall’art. 94, comma 5, lett. f) dello stesso Codice per un periodo massimo di due anni, decorso il quale l’iscrizione è cancellata e perde comunque efficacia.

Inoltre, la valutazione della rilevanza e della gravità dell’infrazione viene fatta tenendo conto anche del valore di categorie e classifiche relative all’attestazione richiesta o conseguita, cui la falsità inerisce.

Infine, nel caso di irrogazione di sanzione amministrativa pecuniaria, nel provvedimento di conclusione del procedimento vengono indicati modalità e termini entro cui effettuare il pagamento, oltre che il termine e l’autorità cui è possibile ricorrere.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Torna in alto