Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / abolizione del segretario - lettera del collega Ronza

abolizione del segretario - lettera del collega Ronza

su facebook è stata pubblicata la lettera del collega Ronza

Signor Presidente del Consiglio (o, se preferisce, sig. Sindaco d’Italia) accolgo volentieri il suo invito a svolgere considerazioni sulla lettera che – insieme alla Ministra Madia - ha voluto indirizzare a tutti gli “operatori” della Pubblica Amministrazione per esporre il programma che intende attuare per riportare “rapidamente” l’Italia tra i Paesi leader del mondo. Mi auguro che abbia il tempo e soprattutto la voglia di leggermi e sconfessare, quindi, il segretario generale della U.I.L. che ha espresso qualche dubbio sulla bontà dell’iniziativa. Sono un segretario comunale da oltre trenta anni e da altrettanti anni leggo e sento periodicamente sull’abolizione di questa figura. Lei si professa l’uomo del fare, della concretezza, della rottamazione. Finalmente! Era proprio ora che il Paese Italia si dotasse di siffatto uomo. Non si sconfessi come i suoi predecessori. Abolisca il segretario comunale. Lo faccia. Subito! Basta con i proclami, con le intenzioni, con gli annunci plateali. Dimostri la sua serietà. Faccia fuori il segretario comunale. Questo burocrate che è stato ed è la causa di tutti i mali della pubblica amministrazione locale. Questo dirigente inutile e dannoso. Questo impiegato incompetente e saccente. Lo faccia!! Basta una piccola norma: “Con effetto immediato è abolita la figura del segretario comunale. Tutte le funzioni ad esso attribuite sono trasferite a ?????????????????????”. A chi ? Deve decidere anche questo. Forse lei e la sua Ministra non sapete quante e quali sono le funzioni attribuite a questo oscuro funzionario dalla vigente legislazione. Qualche anno fa un collega dedico un po’ del suo prezioso tempo ad elencarle. Erano circa cento ( si proprio 100 e più). Signor Presidente non ci crederà ma sono aumentate; sono aumentate a dispetto di tutti coloro che hanno sempre invocato il “de profundis” del segretario comunale. Lo sa Lei e la sua giovane (e mi permetto di aggiungere inesperta) Ministra che il segretario comunale è il responsabile della prevenzione della corruzione, il responsabile della trasparenza, il responsabile della performance, il responsabile dei controlli interni, il responsabile quasi di tutto. Collabora, coordina, sovrintende, ecc… E’, praticamente, una figura a responsabilità illimitata. Troppo potere, troppo! Non va bene. Va eliminato e basta! Distribuisca lei con la sua competenza di Sindaco prima e Presidente del Consiglio dei Ministri poi tutte le funzioni, le competenze, le responsabilità. Non mi deluda. Non perda altro tempo prezioso. Si muova o l’Italia arretrerà ancor più. Prima di lei ci hanno provato in tanti. Anche le Prefetture volevano abolire. Lei, almeno per queste ultime è un po’ più moderato; le dimezza. Nessuno è insostituibile. Tutti siamo fungibili e, quindi, non abbia alcuna remora. Troverà sicuramente chi sarà in grado di fare di più e meglio del segretario comunale anche con la clausola ormai diventata un sigillo della “invarianza della spesa”. Auguri e buon lavoro. P.S. Aspetto fiducioso di leggere sulla Gazzetta Ufficiale: “è abolita la figura del segretario comunale”.

Michele Ronza

Segretario Comunale

« ottobre 2020 »
ottobre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman