27/09/2022 – Responsabilità dell’avvocato pubblico: è grave negligenza non riproporre in appello una domanda giudiziale “vincente”

Corte dei Conti, Seconda Sezione Centrale di Appello, sentenza n. 369 del 6 settembre 2022

La fattispecie verte in relazione ad una ipotesi di danno erariale connessa alla ritenuta responsabilità professionale dell’Avvocato Funzionario del Comune all’epoca dei fatti, incaricata della difesa dell’Ente nell’ambito della controversia civile con la soc. OMISSIS, avente ad oggetto i canoni dovuti dalla società sportiva per l’utilizzazione dello Stadio comunale Sant’Elia.

Può allora ritenersi, con ragionevole probabilità, che il Comune avrebbe ottenuto un compenso a titolo di ingiustificato arricchimento ex art. 2041 c.c., qualora il proprio legale X avesse ritualmente riproposto in sede di appello la relativa domanda, già dispiegata in via riconvenzionale e gradata innanzi al Tribunale (rimasta non esaminata/assorbita a seguito del riconoscimento, operato da quest’ultimo, del diritto dell’Amministrazione comunale alla percezione dei canoni concessori). In definitiva, l’omissione del difensore ha privato il Comune della possibilità di conseguire il risultato favorevole, cui avrebbe ragionevolmente avuto accesso, determinando a suo carico l’insorgenza del cd danno da perdita di chance.

Print Friendly, PDF & Email
Torna in alto