Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 23/04/2018 - gli acquerelli di Enrico Antonio Cameriere

23/04/2018 - gli acquerelli di Enrico Antonio Cameriere

acquerello n. 7 - Il profumo delle nuvole

Il profumo delle nuvole

 

Sottile come un rumore ancestrale,
col naso cacciato fra le nuvole,
gambe leggere,
cuore ozioso.
 
Lontano come il frinire di un grillo,
sento le nuvole sul viso,
umide,
fresche come acqua di stagno.
 
Piedi staccati,
braccia distese,
né cielo, né terra,
né orso, né aquila.
Strano dono,
porta clandestina.
 
Canne di bambù
oscillano lente,
echi di un sogno
perduto e diverso.
 
Respiro piano,
entrano in gola,
come cima di funambolo
mi tirano su.
Odori antichi
legano il passato
al nulla.
 
Tempo disteso,
ci giro attorno,
di peso spento,
affondo le mani
in freschi riposi.
 
Si aggrovigliano
insieme
come note di flauto
in cerca di timpano,
come onde
verso la fine.
 
Nuvole
che sanno
di menta e di perdizione,
che odorano
del battito
del mio cuore.

 

« maggio 2019 »
maggio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman