tratto da gdc.ancitel.it
Manovra: via libera del Senato, le principali misure
Economia 17 dicembre 2019, di sd
Ok anticipazioni liquidità a comuni e regioni. 150 milioni per piste ciclabili
Con 166 voti favorevoli, 128 contrari e nessuna astensione, l’Assemblea di Palazzo Madama, lunedì 16 dicembre, ha rinnovato la fiducia al Governo, approvando l’emendamento 1.9000 interamente sostitutivo della prima sezione del ddl di bilancio 2020. Dopo la presentazione della Nota di variazioni da parte del Governo, esaminata dalla Commissione Bilancio, l’Assemblea ha approvato il documento e la legge di bilancio nel suo complesso, che ora passa alla Camera. A due mesi esatti dal Consiglio dei ministri che la varò, la manovra riceve il primo via libera parlamentare. Il testo deve ora essere approvato dalla Camera blindato, senza più modifiche, per essere approvato a ridosso del Natale. La manovra 2020, dopo le modifiche approvate in Senato, potrebbe salire e toccare i 32 miliardi.
 
Ecco le principali norme della legge di bilancio:
 
Ok anticipazioni liquidità a comuni e regioni
Autorizzate nuove anticipazioni di liquidità a favore degli enti territoriali da destinare al pagamento di debiti, certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2019”. Banche, intermediari finanziari,Cassa depositi e prestiti e le istituzioni finanziarie dell’Ue possono concedere ai comuni, alle province, alle città metropolitane, alle regioni e alle province autonome, anche per contro dei rispettivi enti del Servizio sanitario nazionale. Inoltre nel 2020 i Comuni potranno accantonare non più il 95% ma il 90% del valore dei crediti, purché siano stati regolari l’anno precedente. Si libera così un 5% di operatività che potranno usare per la spesa corrente per i servizi di pubblica utilità. Si tratta di cifre che si aggirano attorno ai 40-50mila euro.
 
Bonus facciate, salta estensione a hotel
Ok al bonus facciate ma lo sconto fiscale sarà solo per i redditi delle persone fisiche, salta quindi l’estensione agli alberghi. La norma stabilisce che per le spese documentate, sostenute, nell’anno 2020, relative agli interventi, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 90%.
 
Plastic Tax scende a 45 centesimi al chilo
Cambia la Plastic tax: l’imposta entra in vigore da luglio, passa da 50 centesimi a 45 centesimi al chilogrammo e interesserà anche il tetrapak. Sono esclusi i prodotti in plastica riciclata e quelli composti da più materiali che abbiano una componente di plastica inferiore al 40%.
 
Sugar tax slitta a ottobre
Slitta al primo ottobre 2020 la Sugar tax. L’imposta ha un valore di 10 centesimi al chilo. La correzione sulla contestata tassa sulle bevande zuccherate comporta un minor gettito di 175,3 milioni.
 
Quasi azzerata stretta auto
Si allenta la stretta sulle auto aziendali che scatterà sui contratti stipulati da luglio 2020 sui veicoli di nuova immatricolazione. Il fringe benefit scende al 25% sulle auto aziendali, i motocicli e i ciclomotori con emissioni CO2 inferiori a 60 g/km ed è al 30% su quelle superiori a 60 g/km ed inferiori a 160 g/km. Per i veicoli con emissioni inquinanti superiori a 160 g/km e inferiori a 190 g/km la percentuale passa al 40% nel 2020 e sale al 50% dal 2021 mentre per tutte le auto superiori a 190 g/km scatta il 50% il prossimo anno e il 60% dal 2021. La revisione della norma sulle auto aziendali determina praticamente un azzeramento del gettito atteso dalla misura.
 
Aumentano clausole accise
Via libera a un nuovo aumento delle clausole di salvaguardia delle accise sui carburanti con un innalzamento del gettito di 303 milioni di euro nel 2021 e di 651 nel 2022. Complessivamente, se la clausola non sarà sterilizzata, si prevedono maggiori entrate per oltre 1,2 miliardi nel 2021 e di poco meno di 1,7 miliardi nel 2022. Le risorse sono destinate a compensare l’alleggerimento della tassa sulla plastica e della sugar tax nonché la marcia indietro sulle auto aziendali.
 
Addizionale Ires: platea ridotta
Sale del 3,5%, dal 24 al 27,5%, l’aliquota della “Robin tax” con platea ridotta per tre anni ai concessionari autostradali, portuali, aeroportuali e ferroviari. Saranno escluse le concessioni per la produzione e distribuzione dell’energia elettrica, le acque minerali, radio, tv e telecomunicazioni.
 
Tassa sulla fortuna sale al 20%
Aumenta la cosiddetta tassa sulla fortuna. Dal primo marzo il prelievo sulle vincite oltre i 500 euro sale al 20%, con un’entrata prevista di 308 milioni di euro. Sale dal 12% al 20% anche il prelievo sulle new slot sulle vincite sopra i 200 euro, che partirà dal 15 gennaio, e al 65% sul Preu e il payout, cioè la percentuale di somme giocate destinate alle vincite.
 
Confermata detrazione per spese sanitarie
Le spese sanitarie si potranno ancora portare in detrazione al 19% senza vincoli di reddito. Salta quindi la stretta sui bonus fiscali per i redditi alti, prevista dal ddl bilancio, che escludeva solo solo le spese per interessi per mutui ipotecari e le spese sanitarie sostenute per patologie gravi.
 
Torna sconto in fattura per ecobonus
Torna lo sconto in fattura per l’ecobonus ma oltre la soglia di importo di 200mila euro dei lavori. Dopo lo stop alla misura del decreto crescita, viene reintrodotta la possibilità per il soggetto che ha diritto alla detrazione di optare per lo sconto in fattura direttamente dal fornitore che ha effettuato i lavori, con un importo superiore ai 200mila euro, unicamente per gli interventi di ristrutturazione di primo livello, per le parti comuni degli edifici condominiali.
 
Ammortamento industria
Per gli investimenti previsti dal Piano Impresa 4.0 il super e l’iperammortamento si trasformano in un credito d’imposta. Per i beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese è riconosciuto un credito d’imposta in cinque anni del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro e del 20% per la quota di investimenti fino al limite massimo di 10 milioni di euro. Per i beni immateriali, come il software, il credito d’imposta è riconosciuto al 15%, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 700.000 euro. Per tutti gli altri investimenti il credito d’imposta è del 6% nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni.
 
Norma salva casa
Arriva una norma per aiutare coloro che perdono la casa. Prevista l’esenzione dal pagamento dell’Imu per i proprietari che trasferiscono a partire dal 2020 la propria abitazione, non di lusso, a società veicolo istituite ad hoc con finalità sociale. L’immobile continuerà a essere utilizzato dall’ex proprietario con contratto di affitto.
 
Un miliardo per Olimpiadi invernali
Viene stanziato circa un miliardo di euro per garantire la sostenibilità delle Olimpiadi invernali 2026. Il finanziamento è dedicato a miglioramento della capacità e della fruibilità delle infrastrutture attuali e da realizzarsi in Lombardia, Veneto e nelle province di Trento e Bolzano. Ok anche a 15 milioni per il completamento della Metro Cinisello-Monza Bettola. Arrivano inoltre 50 milioni spalmati su tre anni per la Ryder Cup di Roma del 2022.
 
150 milioni per piste ciclabili
Previsti 150 milioni nei prossimi tre anni per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane. Viene istituito un apposito Fondo al ministero dei Trasporti con 50 milioni l’anno dal 2022 al 2024 con l’obiettivo di coprire il 50% delle spese per le nuove piste ciclabili.
 
Arriva piattaforma per notifiche multe
Arriva la piattaforma digitale per le notifiche della pubblica amministrazione su cui ricevere provvedimenti amministrativi come le multe ma non gli atti giudiziari. La piattaforma, primo passo per il domicilio digitale, sarà utilizzata dalle amministrazioni pubbliche per effettuare, con valore legale, le notifiche di atti, provvedimenti, avvisi e comunicazioni.
 
Fondo vittime infortuni lavoro
Viene incrementato il fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro. L’aumento è di un milione di euro di euro per il 2020, di due milioni per il 2021 e tre milioni per il 2022.
 
Fondo minori non accompagnati
Un milione di euro l’anno dal 2020 per incrementare il Fondo minori stranieri non accompagnati
 
Stop bollette pazze
Entrano in manovra misure per tutelare i consumatori dalle bollette pazze. I gestori dei servizi di pubblica utilità e gli operatori di telefonia, di reti televisive e di comunicazioni elettroniche saranno obbligati a trasmettere agli utenti le comunicazioni con cui si contestano gli eventuali mancati pagamenti e si preavvisa la sospensione del servizio in modo chiaro e dettagliato. In caso di bollette illegittime gli utenti avranno diritto a ottenere, oltre al rimborso delle somme eventualmente versate, anche il pagamento di una penale pari al 10% dell’ammontare contestato per un importo non inferiore a 100 euro.
 
Fondi contro randagismo
Un milione di euro per il 2020 per prevenire il fenomeno del randagismo. Il 60% delle risorse è destinato alle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna.
 
Soldi per la cultura
Nuovi fondi per le istituzioni culturali e gli enti, gli istituti, le associazioni e le fondazioni culturali. Per sostenere e implementare le loro attività di ricerca, innovazione e formazione e per incentivare la promozione e la fruizione del patrimonio culturale, vengono stanziati in totale 6,5 milioni di euro per il 2020. Arriva un contributo di 15 milioni di euro in tre anni dal 2020 al 2022, per il completamento della carta geologica ufficiale dell’Italia in scala 1:50.00. Salgono da 16 a 31 milioni i fondi per le borse di studio per l’università. Previsto un fondo con una dotazione di 3 milioni di euro nel triennio 2020-2022 per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle bande musicali. Due milioni per il 2020 per la realizzazione di iniziative culturali e legate al mondo dello spettacolo nei comuni della Provincia di Parma, designata capitale europea della cultura per il 2020. Via libera ad uno stanziamento di 500mila euro nel biennio 2020-2021 a favore del comune di Pistoia per la realizzazione del Pistoia Blues Festival.
 
Asili nido e bimbi
Stanziati 2,5 miliardi fino al 2034 per costruire nuovi asili nido, ristrutturarli e riqualificare le scuole materne in luoghi adatti alla prima infanzia. Con priorità nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane, allo scopo di rimuovere gli squilibri sociali presenti ed incentivare la natalità. Aumenta di 390 unità l’organico della scuola dell’infanzia da destinare al potenziamento dell’offerta formativa. Il contingente sarà ripartito tra le regioni con un decreto del ministero dell’Istruzione. Nel 2020 vengono assegnati altri 12,5 milioni di euro alle scuole dell’infanzia paritarie che accolgono alunni con disabilità.
 
Tagli indennità dirigenti poco trasparenti
Stretta sulle sanzioni per funzionari e dirigenti della Pa che non rispettano gli obblighi in fatto di trasparenza. Prevista una decurtazione che va dal 30 al 60% dell’indennità di risultato di fine anno che può arrivare anche a 43mila euro.
 
Scambio su posto energia rinnovabile
Per incentivare l’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili e fornire un sostegno alle fasce sociali più disagiate, gli enti regionali che si occupano di edilizia residenziale pubblica potranno usufruire dello scambio sul posto dell’energia elettrica prodotta.

Print Friendly, PDF & Email

Nessun tag inserito.

Torna in alto