05/08/2022 – Utilizzabilità del materiale probatorio raccolto in sede penale

SENTENZA DEL 04/07/2022 N. 867/4 – COMM. TRIB. REG. PER LA TOSCANA

Utilizzabilità del materiale probatorio raccolto in sede penale

Fermo il principio del doppio binario tra processo penale e tributario, il materiale probatorio raccolto in sede penale ben può essere utilizzato nel contenzioso tributario, ove sottoposto ad autonomo vaglio critico da parte del giudice. Condividendo tale orientamento espresso dalla Corte di Cassazione (sentenza dell’8 luglio 2021, n. 25632), la CTR della Toscana, ha accolto l’appello del contribuente annullando gli avvisi di accertamento per operazioni inesistenti e omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi. Nel caso di specie, i giudici di seconde cure rilevano, come già accertato con sentenza penale, l’assenza di elementi attestanti il perdurante svolgimento da parte del contribuente dell’attività economica clandestina generatrice dei ricavi alla base delle fatture, nonché la carenza assoluta di prove in merito alla sussistenza dei rapporti intrattenuti con i soggetti destinatari delle stesse.

Testo integrale della sentenza Sentenza del 04/07/2022 n. 867/4 – Comm. Trib. Reg. per la Toscana – sito banca dati CERDEF – apre una nuova finestra

Torna in alto