02/08/2023 – Schema decreto Presidente Consiglio Ministri – ripartizione Fondo per i contenziosi connessi a sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti, per l’anno 2022 – Fondo assistenza autonomia e comunicazione alunni con disabilità

Comunicato stampa del 26 luglio 2023

Finanza locale Trasferimenti agli enti locali

Conferenza unificata, permanente, Stato-Regioni e Stato-città ed autonomie locali

Il Sottosegretario all’Interno On. Wanda Ferro ha presieduto oggi una riunione della Conferenza Stato-città ed autonomie locali, durante la quale l’ANCI e l’UPI hanno espresso parere favorevole sullo Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, concernente la ripartizione del Fondo per i contenziosi connessi a sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti, per l’anno 2022. Le risorse del Fondo sono attribuite ai comuni che, a seguito di sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali – verificatisi entro il 25 giugno 2016 – o ad accordi transattivi ad esse collegate, sono obbligati a sostenere spese di ammontare complessivo superiore al 50% della spesa corrente sostenuta come risultante dalla media degli ultimi tre rendiconti approvati. Con il provvedimento in esame il Fondo, che per l’anno 2022 ammonta a 10 milioni di euro, viene parzialmente attribuito, per l’importo complessivo di euro 4.035.959,89, a favore del comune di Trofarello (TO).

Successivamente, l’ANCI e l’UPI hanno espresso l’intesa sullo Schema di decreto del Ministro dell’interno e del Ministro per le disabilità, di concerto con i Ministri dell’istruzione e del merito e dell’economia e delle finanze, recante criteri di riparto della quota parte di 100 milioni di euro in favore dei comuni per l’anno 2023 e modalità per il monitoraggio del Fondo per l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione degli alunni con disabilità

In particolare, l’importo del contributo spettante a ciascun ente è determinato in proporzione al numero degli alunni con disabilità, iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado di ciascun comune, sulla base dei dati forniti dal Ministero dell’istruzione. I Comuni beneficiari delle risorse, a decorrere dal 2023 sono tenuti a fornire i dati di monitoraggio attraverso la compilazione dell’apposita scheda di monitoraggio e rendicontazione ai soli fini della successiva definizione degli obiettivi di servizio.

Print Friendly, PDF & Email
Torna in alto