01/11/2019 – Diritto accesso agli atti da parte dei consiglieri di minoranza

Lombardia, del. n. 390 – Diritto accesso agli atti da parte dei consiglieri di minoranza
Pubblicato il 31 ottobre 2019

Un sindaco ha chiesto un parere in merito alle modalità di esercizio del diritto di accesso da parte dei consiglieri di minoranza, con particolare riferimento all’obbligo di consegna di una password per l’accesso al sistema operativo dell’ente.
I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 390/2019, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 23 ottobre, hanno ribadito che l’ambito di intervento della Corte dei conti è “limitato alla normativa e ai relativi atti applicativi che disciplinano, in generale, l’attività finanziaria che precede o che segue i distinti interventi di settore, ricomprendendo in particolare la disciplina dei bilanci e i relativi equilibri, l’acquisizione delle entrate, l’organizzazione finanziaria-contabile, la disciplina del patrimonio, la gestione delle spese, l’indebitamento, la rendicontazione e i relativi controlli” (Corte dei Conti, sez. Aut., del. 5/2006).
Il quesito in esame, pertinente al diritto di accesso agli atti e alla tutela della riservatezza, esula dalla materia della contabilità pubblica generale e astratta nella quale si espleta la funzione consultiva attribuita alle Sezioni regionali. Per questo motivo, la richiesta di parere è stata dichiarata inammissibile.

Torna in alto