Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 01/05/2018 - gli aquerelli di Enrico Antonio Cameriere

01/05/2018 - gli aquerelli di Enrico Antonio Cameriere

acquerello n.12 - le nuvole

Le nuvole. 

 

Dormivano,

nel mare d’inchiostro,

piccole nuvole d’acciaio,

e luci di rubino

svegliavano

una città distratta;

il giorno era lontano,

e le onde pigre.

 

Donne sveglie

accartocciavano

estati dal cuore caldo,

l’odore d’asfalto

piegava gli spazi,

e faceva un’amaca

per il mio ristoro.

 

Automobili

tagliavano svogliate

l’aria secca,

e ragazze facili

ballavano

musiche lontane.

 

Ignari mostri grattavano

il fondo di mari antichi,

e stelle si tuffavano

giù da dagli spazi profondi

dentro il mio Martini,

e i tuoi occhi di ossidiana

scardinavano i cancelli

dei giardini d’inverno.

 

Enrico Antonio Cameriere

« settembre 2019 »
settembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman