Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 16/03/2019 - Quote rosa senza furbetti 

16/03/2019 - Quote rosa senza furbetti 

tratto da Italia Oggi - 15 Marzo 2019

Quote rosa senza furbetti 

Italia Oggi - 15 Marzo 2019

Quote rosa, come rispettare il criterio fissato dalla legge per la composizione delle giunte?

L' art. 1, comma 137, legge n. 56/14, dispone che «nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%, con arrotondamento aritmetico». Il Consiglio di stato, con sentenza n. 4626 del 5/10/2015, ha precisato che tutti gli atti adottati nella vigenza dell' art. 1, comma 137, citato trovano in esso «un ineludibile parametro di legittimità» e, pertanto, un' interpretazione che riferisse l' applicazione della norma alle sole nomine assessorili effettuate all' indomani delle elezioni e non anche a quelle adottate in corso di consiliatura consentirebbe un facile aggiramento della suddetta normativa.

Con riferimento alla adeguatezza dell' istruttoria effettuata dal sindaco e del corredo motivazionale addotto quale giustificazione del mancato rispetto della normativa in questione, appare utile richiamare la sentenza n. 1 del 2015 con la quale il Tar Calabria, sez. Catanzaro, nel pronunciare l' annullamento del decreto di nomina della giunta, ha ritenuto che l' atto impugnato fosse sprovvisto di adeguata istruttoria finalizzata al reperimento di «idonee personalità di sesso femminile nella società civile, nell' ambito del bacino territoriale di riferimento, limitandosi a comprovare soltanto la rinuncia di due consigliere» (cfr Tar Calabria sentenze nn. 2, 3 e 4 del 2015). Inoltre il Consiglio di stato, con sentenza n. 406/2016, ha osservato che l' effettiva impossibilità di assicurare nella composizione della giunta comunale la presenza dei due generi nella misura stabilita dalla legge deve essere «adeguatamente provata». Pertanto la materiale impossibilità di rispettare il dettato legislativo dovrà essere robustamente documentata al fine di non esporre gli atti di nomina della giunta a possibili annullamenti.

Una disamina interessante delle problematiche in questione è offerta dalla recente sentenza n. 1508 del 2018 con la quale il Tar Catanzaro ha osservato come sia necessario contemperare l' applicazione della prescrizione contenuta nell' art. 1, comma 137, della legge 7 aprile 2014, n. 56 con l' esigenza di evitare «un' interruzione dell' esercizio delle funzioni politico-amministrative ovvero provocare un ostacolo al loro concreto ed effettivo esplicitarsi». Ad avviso del citato giudice amministrativo, il giusto bilanciamento dei principi costituzionali in gioco impone di ritenere che l' impossibilità in concreto di rispettare la percentuale di rappresentanza di genere debba risultare in modo puntuale ed inequivoco e debba avere un carattere tendenzialmente oggettivo.

« maggio 2019 »
maggio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman