Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 13/11/2015 - Contratti d’appalto: modalità elettronica anche per la scrittura privata

13/11/2015 - Contratti d’appalto: modalità elettronica anche per la scrittura privata

tratto da self-entilocali.it

Contratti d’appalto: modalità elettronica anche per la scrittura privata

self enti locali modalità elettronica

La scrittura privata conclusa tramite scambio di lettere, ai sensi dell’art. 334, comma 2, del d.p.r. 207/2010, e relativa al cottimo fiduciario nei servizi e nelle forniture deve essere redatta in modalità elettronica.

Questo quanto evidenziato dall’Anac nel comunicato pubblicato l’11 novembre, ad integrazione e modifica del contenuto della determinazione n. 1/2013, che fornisce indicazioni alle stazioni appaltanti concernenti la forma dei contratti pubblici ai sensi dell’art. 11, comma 13, del Codice appalti.

Tale norma prevede che i contratti d’appalto siano stipulati, a pena di nullità, “con atto pubblico notarile informatico, ovvero, in modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, in forma pubblica amministrativa a cura dell’Ufficiale rogante dell’amministrazione aggiudicatrice o mediante scrittura privata”.

Tale obbligo, inizialmente fissato al 1° gennaio 2013, è stato differito dal d.l. 145/2013, cd. “Destinazione Italia” al 30 giugno 2014 per i contratti stipulati in forma pubblica amministrativa e al 1° gennaio 2015 per i contratti stipulati mediante scrittura privata.

Come evidenziato dall’Anac, la sanzione della nullità è prevista per tutti i casi di mancato utilizzo della “modalità elettronica”, la quale, pertanto, deve ritenersi obbligatoria sia per la forma pubblica del contratto sia per la scrittura privata (sia essa conclusa per scambio di corrispondenza o relativo al cottimo fiduciario).

« agosto 2020 »
agosto
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman