Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 11/01/2019 - La nullità di un contratto privo della forma scritta ad substantiam non può essere sanata con una delibera di riconoscimento ex art. 194 TUEL del debito che da esso scaturisce

11/01/2019 - La nullità di un contratto privo della forma scritta ad substantiam non può essere sanata con una delibera di riconoscimento ex art. 194 TUEL del debito che da esso scaturisce

tratto da jonius.it

La nullità di un contratto privo della forma scritta ad substantiam non può essere sanata con una delibera di riconoscimento ex art. 194 TUEL del debito che da esso scaturisce

Sentenza Consiglio di Stato sez. V - n.130 del 07.01.2019

"La Corte di Cassazione ha affermato costantemente il principio secondo cui i contratti degli enti pubblici devono essere stipulati, a pena di nullità, in forma scritta, quale garanzia del regolare svolgimento dell'attività amministrativa, e ciò anche ai fini della verifica della necessaria copertura finanziaria e dell'assoggettamento al controllo dell’autorità tutoria (cfr. Cass., Sez. 1, 13 ottobre 2016 n. 20690; id., 19 settembre 2013, n. 21477; id., 24 gennaio 2007, n. 1606; Cass., id., 26 ottobre 2007, n. 22537). Da ciò discende l'esclusione della possibilità di desumere l'intervenuta stipulazione del contratto da una manifestazione di volontà implicita o da comportamenti meramente attuativi."

QUI l'articolo completo

archiviato sotto:
« marzo 2019 »
marzo
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman