Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Associazione Nazionale Professionale Segretari Comunali e Provinciali
Tu sei qui: Home / 06/12/2019 - La gestione del personale di società partecipate “tra pubblico e privato”: bilanciamento tra potere datoriale e diritto alla privacy del lavoratore

06/12/2019 - La gestione del personale di società partecipate “tra pubblico e privato”: bilanciamento tra potere datoriale e diritto alla privacy del lavoratore

tratto da Azienditalia 12/2019
La gestione del personale di società partecipate “tra pubblico e privato”: bilanciamento tra potere datoriale e diritto alla privacy del lavoratore
di Iacopo Cavallini e Maria Orsetti - Dipartimento di Economia e Management, Università di Pisa
Uno dei temi di maggior attualità in questi anni è quello dell’individuazione, nell’ambito dell’instaurazione e gestione dei rapporti di lavoro dipendente delle società partecipate dalla PA, del perimetro all’interno del quale trova applicazione la legislazione speciale “pubblica”. Venuto meno ogni dubbio in ordine all’applicabilità del Testo Unico sul Pubblico Impiego (D.Lgs. n. 165/2001) nella gestione del personale dipendente delle partecipate, e sancita la loro riconducibilità al diritto privato, l’elaborato affronta come il contemperamento tra quest’ultimo e la normativa sulla Privacy può riflettersi sui rapporti tra datore di lavoro e dipendenti. Si analizza, a tal fine, un caso di estrema attualità.
archiviato sotto:
« gennaio 2020 »
gennaio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Una frase per noi

Vi hanno detto che è bene vincere le battaglie? | Io vi assicuro che è anche bene soccombere, che le battaglie sono perdute nello stesso spirito in cui vengono vinte. || Io batto i tamburi per i morti, | per loro imbocco le trombe, suono la marcia più sonora e più gaia. || Gloria a quelli che sono caduti! | A quelli che persero in mare le navi di guerra! | A quelli che scomparvero in mare! A tutti i generali che persero battaglie, e a tutti gli eroi che furono vinti! | A gli infiniti eroi ignoti, eguali ai più sublimi eroi famosi.

Walt Whitman